TANTI SALUTI

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Organizzatore

Treatro Terre di Confine

di Giuliana Musso

con Gianluigi Meggiorin, Giuliana Musso, Marcela Serli

regia di Giuliana Musso

con la collaborazione di Massimo Somaglino e Maril Van Den Broek

produzione La Corte Ospitale

“Contenere la morte all’interno del cerchio della vita, dare valore alla cura dei morenti,

imparare ad accompagnare al congedo i nostri cari, a partecipare, ad esserci come

individui e come società d’uomini, è un progetto che porterà benessere a tutti.

Un progetto di felicità”

Raffaele Mantegazza, Pedagogia della morte

Tanti saluti porta in scena il tema del morire ai nostri tempi. Sei brevi monologhi mettono al centro l’esperienza diretta e la sua autentica forza poetica. Attraverso una ricerca di stampo sociologico sono state raccolte le voci dei principali testimoni dell’evento.

Tanti saluti porta in scena anche tre clown e a loro consegna il non dicibile: il racconto delle nostre paure, degli smarrimenti e delle soluzioni paradossali che mettiamo in atto di fronte alla morte. Unici oggetti di scena: tre nasi rossi e una buffa cassa da morto.

Nascere, morire. La morte, così come la nascita, è stata, nel corso del nostro recente processo di civilizzazione, progressivamente allontanata dalle pratiche della vita comune. Abbiamo depositato nelle mani guantate di lattice dei professionisti gli attimi supremi della nostra esistenza, quegli attimi che forse ci possono far intravedere il mistero che siamo, il senso che cerchiamo.

Quali smarrimenti ci porterà il narcisistico delirio di immortalità di questa nostra epoca? “Life is now”. Ed eccoci in un tempo libero dall’idea della morte e di conseguenza anche dal senso del limite. Abbiamo lasciato una valle di lacrime assediata dal pensiero nero dell’inferno per trasferirci nella valle della cosmesi collettiva dove “io valgo” se sono giovane, forte e vincente. Nella terra dell’ottimismo noi non invecchiamo, non ci ammaliamo e non moriamo mai. Ecco perché siamo disposti a tutto pur di non intersecare la prova evidente della nostra vulnerabilità e finitezza.

ingresso 10 euro

  • 26 April 2019, 21:00

Teatro San Costanzo

Via Monteclana, 3, 25075 Nave BS, Italia

Come arrivare

Caratteristiche della location

  • Accessibile ai disabili anche ipoudenti e ipovedenti
  • Adatto ai bambini
  • Adatto alle famiglie
  • Altro
  • Con bar
  • Con guardaroba
  • Con parcheggio riservato
  • Raggiungibile coi mezzi pubblici